• Banner Net
  • SEA Vision
  • SPS 2018
  • Datalogic

La crescente diffusione delle applicazioni “non-factory”

 

Sistemi di visione per la guida automatica
Importanti risultati sono stati raggiunti dai sistemi di visione nel campo dell’ausilio alla giuda e della guida automatica. Il principale filone di ricerca sul tema è rappresentato dal Grand Challenge promosso dall’agenzia americana DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency) che dal 2005 ha iniziato a finanziare progetti per la guida autonoma A tale competizione hanno preso parte i più importanti centri di ricerca internazionali in collaborazione con le principali case automobilistiche mondiali. I risultati ottenuti nel 2006 dai veicoli che hanno raggiunto in meno di 5 ore in modalità autonoma una località distante circa 80 miglia dal luogo di partenza attraverso aree desertiche, hanno spinto l’agenzia DARPA a rilanciare la sfida in ambito urbano.
Recentemente i veicoli autonomi si sono cimentati nell’attraversamento di un centro abitato (un centro urbano collocato all’interno di una base aerea) tenendo conto di incroci, semafori, pedoni e possibili ostacoli alla guida. Un’interessante sviluppo dei sistemi di guida autonoma va nella direzione di mettere a punto sistemi in grado di muoversi autonomamente in ambienti sconosciuti.
Un esempio significativo di tali sviluppi è certamente rappresentato dai due robot Spirit e Opportunity che hanno esplorato il pianeta Marte dal Gennaio 2004; ha fatto il giro del mondo la notizia che, dopo un viaggio di ben 9 Km, durato 18 mesi, Opportunity ha raggiunto il cratere Victoria (un’importante punto di esplorazione per cercare tracce della presenza di acqua su Marte).
(Gian Luca Foresti)

rover Spirit

Guida autonoma del rover Spirit su Marte (credit Nasa)

 

Reti di telecamere riconfigurabili
La crescente diffusione di dispositivi embedded sempre più sofisticati per rilevare, elaborare, comunicare dati e metadati, rende disponibili telecamere intelligenti con elevate capacità di catturare e analizzare scene. Le reti di telecamere stanno diventando parte integrante di applicazioni pervasive come le ricerche senza pilota, le operazioni di salvataggio, la gestione dei disastri e la conservazione della fauna selvatica. Nell’ambito della sanità, reti di telecamere intelligenti possono essere impiegate nel monitoraggio dei pazienti in casa.

“Self- Reconfigurable Smart Camera Networks”
Juan C. SanMiguel, Karen Shoop e Andrea Cavallaro (Queen Mary University of London), Christian Micheloni e Gian Luca Foresti (Università di Udine)
download pdf

reti di telecamere

 

 

 

  • Sea Vision
  • Datalogic

Con il patrocinio di

Anipla
Patrocinio Anipla
Patrocinio Cnosfap
IMVG
AIDAM
Facoltà Di Ingegneria Di Pavia