• SEA Vision
  • Datalogic

Settore agroalimentare

La figura 1 mostra come viene impiegata la visione industriale su una linea di imbottigliamento per verificare in ogni bottiglia il livello di riempimento, la chiusura del tappo, la presenza del sigillo di sicurezza ad anello e la posizione dell’etichetta. La spedizione di prodotti con difetti in questi ambiti può causare fuoriuscite durante il trasporto, il reso degli stessi da parte del rivenditore e perfino l’ordine di richiamo dei prodotti dall’FDA.

Figura 1: Visione industriale per ispezione del livello di riempimento. Cap Closure Safety Ring Fill Level Label Position

riempimento1a

(a) Bottiglia corretta con grafica diagnostica (linee verdi) che mostra le caratteristiche ispezionate. Il piccolo pannello dell’operatore sulla sinistra fornisce informazioni di stato e opzioni per l’attivazione e la disattivazione della grafica diagnostica.

 

 

riempimento1b

(b) Bottiglia con difetto nel livello di riempimento che sarà dirottata fuori dalla linea di produzione prima di raggiungere la macchina incartonatrice.

 

 

 

riempimento1c

(c) Esempio di difetto nella chiusura. Il tappo non è applicato correttamente e il sigillo di sicurezza non è fissato al tappo.

 
Le figure 2, 3 e 4 mostrano i risultati di tre attività di ispezione successive su una linea di imballaggio di carne, per la preparazione di hamburger:

  • Controllo delle dimensioni di singole porzioni
  • Verifica della corretta sigillatura della confezione
  • Accertamento dell’accurata etichettatura della confezione

Questa applicazione nell’industria alimentare offre una visione delle diverse fasi di produzione che possono creare problemi durante un’operazione sulla linea di assemblaggio, delle conseguenze dei difetti di confezionamento e delle possibilità di riduzione degli errori di lavorazione. Ad esempio, se gli hamburger non sono posizionati correttamente nelle vaschette di polistirolo, come mostrato nella figura 2, è probabile che la confezione difettosa venga scartata dal consumatore, che ne sceglierà una normale, in cui entrambi gli hamburger abbiano la stessa dimensione e siano completamente visibili.
Dopo l’operazione di riempimento, le confezioni vengono sigillate da una fardellatrice per proteggere la carne da deterioramento e contaminazione. È inoltre probabile che il consumatore rifiuti una confezione di carne nel caso sia presente un difetto nell’involucro protettivo, come mostrato in figura 3, che significa che la carne potrebbe essere contaminata. Un difetto nella sigillatura potrebbe essere causato da un controllo della temperatura inadeguato nella macchina confezionatrice o da vassoi difettosi. Carne estranea alla confezione potrebbe indicare che una riempitrice necessita di manutenzione. I dati forniti dal sistema di visione industriale possono infatti essere utilizzati per pianificare interventi di manutenzione preventiva e per un controllo dei processi più efficace.
Dopo l’operazione di sigillatura, le confezioni passano attraverso un’etichettatrice che applica due etichette differenti. Le ispezioni volte a individuare errori di etichettatura, mostrate nella figura 4, sono fondamentali ai fini del controllo di qualità, in quanto sono proprio questi difetti la causa più comune del richiamo di alimenti, in particolare negli Stati Uniti, e rappresentano una questione che è sempre più al centro dell’interesse della Food and Drug Administration.
Consideriamo, ad esempio, i rischi per la salute creati da un bene di consumo contenente frutta a guscio che viene erroneamente etichettato come non contenente questo tipo di sostanze.

Figura 2: Visione industriale per la verifica di posizione e dimensioni di due hamburger di carne in un vassoio di polistirolo. Position Check Size Check

riempimento2a

(a) Confezione di carne ispezionata e accettata.

 

 

 

 

riempimento2b

(b) Difetto nel posizionamento degli hamburger di carne. Sebbene le dimensioni del prodotto possano essere precise, il consumatore normalmente scarta una confezione di questo tipo, preferendone una in cui entrambi gli hamburger siano chiaramente visibili.

 

riempimento2c(c) Difetto nelle dimensioni degli hamburger di carne. Il consumatore normalmente scarta confezioni di questo tipo in quanto di peso inferiore alla norma.

 

 

 


Figura 3:
Visione industriale per la verifica di posizione e sigillatura dell’involucro protettivo di due hamburger di carne in un vassoio di polistirolo. Shrink Wrap Seal

riempimento3a

(a) Ispezione superata per confezione completamente sigillata.

 

 

 

riempimento3b

(b) Sigillatura difettosa nell’angolo inferiore sinistro del vassoio. Questo difetto nella sigillatura potrebbe essere causato da un controllo della temperatura inadeguato nella macchina confezionatrice o da vassoi difettosi.

 

riempimento3c

(c) Frammento di carne preso nella sigillatura, nell’angolo inferiore sinistro del vassoio, che impedisce la corretta chiusura della confezione. Carne estranea alla confezione potrebbe indicare che una riempitrice necessita di manutenzione.

 

 


Figura 4
: Visione industriale per la verifica della corretta etichettatura su una confezione di carne. L’etichetta superiore che riporta un’immagine del prodotto è prestampata e indica il contenuto di grassi nella carne. L’etichetta inferiore viene stampata al momento del confezionamento e indica data, codice di lotto e peso del prodotto. Label Position Label ID Barcode OCR – Weight – Exp. Date

riempimento4a

(a) Informazioni corrette su entrambe le etichette.

 

 

 

 

riempimento4b(b) Etichetta inferiore rifiutata perché il peso effettivo del prodotto è 0,25 chilogrammi, mentre il peso indicato è 0,5 chilogrammi.

 

 

 

riempimento4c

(c) Etichetta superiore rifiutata a causa del caricamento di etichette prestampate non corrette sulla etichettatrice. Il simbolo circolare blu relativo al contenuto di grassi indica 0% invece di 5%, contenuto di grassi effettivo, fornendo al consumatore informazioni fuorvianti.

(fonte: Cognex)

  • Sea Vision
  • Datalogic
Con il patrocinio di:
Anipla
Patrocinio Anipla
Patrocinio Cnosfap